italiano italiano english english
titolo: la montagna per tutti
Attrezzatura || Arrampicate || Boulder ||

Ricerca nel sito:


 

PARLIAMO DI:
ROCCIA:







VALLONE DI BOURCET
Per Elisa - Settore Centrale


le placconate del settore centrale
le placconate del settore centrale
Informazioni aggiornate a Giugno 2008

Dal posteggio si segue la mulattiera e dopo circa 10 minuti di cammino si raggiunge la placconata del Settore Centrale con diversi itinerari di salita (con alcuni monotiri - la più facile "primi passi" max 4). I nomi delle vie sono indicati alla base della parete.
La prima via, a dx della parete, è proprio "Per Elisa" che offre un'arrampicata prevalentemente su placca.
Qui descrivo la via che con 6 tiri permette di raggiungere il sentiero di discesa attrezzato. (E' possibile anche proseguire con "Per Elisa Seconda Parte": altri due tiri più impegnativi di 6c A0 con 6a-A0 obbligatorio)

La via è sufficientemente chiodata (non ho avuto necessità di integrare e comunque in alcuni tiri risulta quasi impossibile piazzare protezioni veloci). Le soste sono attrezzate per doppie da 25 m.

Dalla sosta del sesto tiro si raggiunge il sentiero di discesa (attrezzato dal C.N.S.A. del CAI Pinerolo).
Se si effettuano le doppie sulla stessa via di salita fare molta attenzione a non far cadere pietre: alla base della parete (oltre agli attacchi delle altre vie) passa la mulattiera percorsa anche da escursionisti !!







Per Elisa: (F. Michelin, Beppe e Wanda Canepa - agosto 1993)

Difficoltà: TD- / 6a+ max (5c obbl.)
Sviluppo: 130 m.
Materiale: Due corde da 50 m. 7-8 rinvii

1° tiro Risalire la placca con movimenti delicati sino a raggiungere, nei pressi di un albero, una comoda cengia. (20 m - 5c-6a). Sulla stessa cengia (a sx della sosta) sono posizionate le altre soste dei primi tiri di questo settore.

2° tiro Ancora su placca (a tratti è possibile seguire una vena di quarzo). Superare un primo gradino, ristabilirsi sulla placca successiva che diventa poi più abbattuta. Un secondo risalto e poi facilmente sino alla sosta successiva (25 m - 5c - 4 spit)

3° tiro Salire con due passi verso dx, quindi in leggera diagonale a sx - sempre su placca - sino a raggingere una cornice spiovente con buona fessura orizzontale. Scavalcare il risalto con passo delicato e poi più facilmente (leggermente a dx: lasciare un alberello alla propria sx) sino ad una cengia. Superare ancora un breve muro verticale sino alla sosta successiva (25 m - 5c / 6a - 4 spit)

4° tiro Placca inizialmente abbattuta. Poi verticale con passi molto delicati sino ad una cengia (prima di questa c'è una parte molto lichenata: conviene sfruttare una tacca a destra in spaccata). Passare a dx di un albero e risalire alcune rocce articolate per raggiungere la sosta su terrazzino. (20 m - 5c / 6a - 3 spit)

5° tiro In verticale su placca (un vecchio chiodo e più in alto uno spit) sino a raggiungere una lama superando un risalto. Proseguire in opposizione verso sx e quindi dritti sino alla sosta (25 m - 5c)

6° tiro raggiungere una cengia e proseguire su tratto verticale uscendo su cresta (25 m - 5c/6a)



www.montagnapertutti.it by carlogozzi©2006-08
politica della privacy

Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!