italiano italiano english english
titolo: la montagna per tutti
Terminologia || Nodi || Corso Roccia ||

Ricerca nel sito:


 

PARLIAMO DI:
CORSI:







CORSO DI ROCCIA
Soste a triangolo

Di uso molto frequente, si utilizzano quando i punti di ancoraggio offrono tutti buone garanzie di tenuta e non sono troppo distanti tra loro (circa 50 cm). Con la preparazione a triangolo, il centro della sosta distribuisce il carico in modo pressochè uniforme su tutti i punti. Per la costruzione utilizziamo come esempio una sosta semplice, costituita da due punti di ancoraggio come indicato in foto 1:
  • si utilizza un moschettone su ogni ancoraggio (facendo attenzione che le ghiere di chiusura siano contrapposte);
  • passiamo un cordino (di almeno 7 mm) nei moschettoni (il cordino è più dinamico rispetto alla fettuccia);
  • con la parte superire del cordino facciamo un'asola;
  • passiamo un moscettone nell'asola e nella parte inferiore del cordino.
ALCUNE AVVERTENZE PER LA PREPARAZIONE.

Innanzi tutto attenzione all'angolo che il cordino forma al centro della sosta: un angolo molto ampio crea forti tensioni sugli ancoraggi. Nella seguente tabella, nel caso di sosta a triangolo con due ancoraggi, è indicato come viene distribuito il carico su ciascun punto al variare dell'angolo: è consigliabile un angolo che non superi mai i 60°

Angolo Distribuzione del carico su ciascun ancoraggio Esempio per un peso di 100 kg
30° 52% del carico 52 kg
60° 58 % del carico 58 kg
90° 71 % del carico 71 kg
120° 100% del carico 100 kg
150° 193% del carico 193 kg
180° tende ad infinito infinito

Posizionare il cordino in modo che il nodo di chiusura rimanga ad una distanza intermedia tra il moschettone posto sull'ancoraggio e quello al centro della sosta.



www.montagnapertutti.it by carlogozzi©2006-08
politica della privacy

Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!